Blog Posts

post-thumb-single
09 June
0

1ª giornata mondiale delle fiere: ecco il Vademecum dell’espositore di successo!!

Si è tenuta ieri, 8 giugno, la prima Giornata Mondiale delle Fiere (Global Exhibitions day). L’evento è stato presentato dall’associazione internazionale delle fiere (UFI) come appuntamento annuale con lo scopo di promuovere il settore fieristico ed è stato calorosamente accolto dalle associazioni di categoria attraverso iniziative svoltesi in 50 paesi di tutto il mondo.

L’Associazione Esposizioni e Fiere Italiane (AEFI) con l’occasione ha organizzato a Roma il convegno Meet Italian excellence: le fiere come ponte di sviluppo. Un’opportunità per sottolineare l’eccellenza del made in Italy in un contesto che, come ha affermato il presidente AEFI Ettore Riello “vede l’Italia seconda in Europa per valore del settore, dopo la Germania. Le fiere italiane, infatti, con un flusso annuo di 22 milioni di visitatori, generano affari per 60 miliardi di euro dando origine al 50% dell’export delle nostre Aziende”.

Altra iniziativa interessante è stata la diffusione di un Vademecum alla Mostra Convegno Expocomfort (MCE). Per la celebrazione del Global Exhibitions Day è stata offerta una guida  in cui vengono date le linee guida sulla scelta e ottimizzazione della partecipazione ad una fiera.

Ecco i punti salienti:

1. Definizione di obiettivi e strategiele fiere permettono di presentare la propria attività e incrementare le relazioni commerciali. Prima della fiera, è importante decidere come presentarsi nel mercato attraverso la strategia più idonea al proprio budget e indirizzarla al target scelto.

2. La fiera giusta per il tuo businessè inoltre opportuno verificare la tipologia e le caratteristiche della fiera in modo da individuare quella che più si adatta ai propri obiettivi.

3. Posizionamento dello standè fondamentale che lo stand si trovi nella giusta posizione per allacciare le relazioni che si prevede siano più proficue per il proprio business.

4. Comunicazione: il marketing mix - le fiere offrono importanti strumenti di comunicazione, per questo bisogna sfruttare le leve communicative e pubblicitarie a disposizione (catalogo, newsletter, social network…).

5. Portare allo stand eventi e contenuti - Il proprio spazio all’interno della fiera deve ospitare immagine e contenuto: ciò che è stato costruito nei mesi di preparazione per presentare al meglio il proprio brand.

6. Ottimizzazione del Teamwork allo stand – durante la fiera, si ha l’occasione di trasmettere la propria attività face-to-face. È importante sfruttare questa opportunità con l’adeguata preparazione per i diversi tipi di pubblico che si presentano.

7. La raccolta dei contatti - nuovi contatti potranno entrare nel database aziendale, ecco perché è necessario tenere un registro di chi visita lo stand.

8. Coinvolgimento della stampa - il canale stampa permette di pubblicizzare la propria azienda e rendere vivo l’interesse anche dopo la manifestazione.

9. Fare un giro della fiera - poiché è utile per osservare gli altri stand, partecipare a convegni interessanti, raccogliere tutti i dati utili per le edizioni successive.

10. Check post evento e follow up – dopo la fiera, è il momento per fare un check complessivo sulla propria prestazione, sui contatti ottenuti, sugli aspetti da migliorare. La prima azione mirata a stabilire nuovi contatti e fidelizzare quelli già esistenti sarà un ringraziamento personalizzato a coloro che hanno visitato lo stand.

Con questi suggerimenti non si può sbagliare… buon lavoro e… alla prossima esposizione!!

 

Articoli correlati:

labimg_700_1_2016-miglior-soluzione-150904163639_mediumBusiness Travel: un’avventura belliss..IMA!

labimg_700_1_moss-594461_1920 Turismo: Responsabilità e Cultura a Padova

 

ctiturismo

About the Author

No other information about this user.

0 comments

There are no comments in this article, be the first to comment!

Leave a Reply

*

Rules of the Blog

Do not post violating content, tags like bold, italic and underline are allowed that means HTML can be used while commenting. Lorem ipsum dolor sit amet conceur half the time you know i know what.

Our Clients